(0039) 388 328.018.9 - (0039) 331 797.210.5

Francesca Amat

Artista poliedrica, si muove attraverso i linguaggi delle arti intersecando l’arte visiva con il teatro musicale e la performance. Numerose le collaborazioni con altri artisti, tra cui Alberto Casiraghi (edizioni Pulcinoelefante), Alda Merini, Corrado Fantoni, Giovanni Mancuso, Manuel Consigli, Bruno Tognolini. Alla propria attività di ricerca affianca l’attività pedagogica: ha insegnato arte e teatralità in oltre 50 scuole nella provincia di Novara e Verbania, da 20 anni si dedica all’ideazione e conduzione di laboratori creativi per l’infanzia e centri diurni, partecipando a festival in Italia e all’estero. Parallelamente conduce corsi di formazione per insegnanti ed educatori. I temi trattati riguardano i diritti umani, l’ecologia e l’intercultura e si realizzano con finalità di socializzazione e sviluppo armonico del bambino e dell’adulto. Ha pubblicato disegni con Franco Cosimo Panini ragazzi, Sinnos Edizioni, Edizioni Pulcino Elefante, Campanotto, Edizioni la Vita Felice. Sue opere e installazioni di arte visiva sono state ospitate in mostre e festival in Italia e all’estero. Sul tema della memoria collabora con Manuel Consigli  dal 2011 per la conduzione di un progetto sui canti e danze della tradizione ebraica. Dal 2008 al 2011 ha collaborato con la Biblioteca di Verbania come formatrice per il Progetto “Nati Per Leggere”, per il quale progetto ha formato oltre 100  volontari attivi sul territorio. Dal 2009 partecipa al Festival Tuttestorie di Cagliari portando Mostre, spettacoli e laboratori. Dal 2013 collabora come performer e formatrice ai progetti di Associazione Lis Lab Performing art e con il centro pedagogico La yurta nel Bosco. Dal 2012 collabora in Università con la facoltà di scienze della formazione primaria in Bicocca a Milano per la conduzione di lezioni e laboratori di Pedagogia del corpo. Nel 2010 ha fondato L’Atelier del Vento che promuove corsi e laboratori di arte visiva e performativa in  ambito pubblico e privato.

Pagina Facebook di Francesca Amat

Manuel Consigli

Chitarrista, compositore, didatta, autore e traduttore, suona la chitarra dall’età di 6 anni. Nel suo percorso artistico ha approfondito molti generi musicali, dalla musica classica a quella popolare, dalla canzone d’autore al rock, dai ritmi indiani alla musica brasiliana, dai canti arcaici della Sicilia al reggae, dai canti della tradizione ebraica alla musica contemporanea, dalla chitarra degli zingari manouche al jazz, fino alla libera improvvisazione. Dal 1990 svolge l’attività di musicista professionista, suonando nei jazz club, nei locali e nelle rassegne di musica e collaborando come strumentista o arrangiatore con musicisti, attori, danzatori, artisti. Grazie all’esperienza diretta con gli allievi e a una profonda conoscenza della bibliografia didattica, ha maturato nel corso degli anni una metodologia originale che sintetizza in modo organico e funzionale i migliori insegnamenti dei maestri che ha conosciuto, integrandoli con le tematiche che riguardano gli aspetti mentali, fisici ed emozionali coinvolti nell’attività musicale. Collabora come autore e traduttore con le Edizioni Curci. Ha curato la nuova edizione degli “studi didattici per chitarra jazz” di Filippo Daccò pubblicata da Ed.Curci, il testo è fra i vincitori del “20 Greatest jazz Book 2010″, l’ambito riconoscimento assegnato da Jazzit (una delle più prestigiose riviste italiane di jazz). Nella recensione il testo viene definito come “uno dei migliori testi per chitarra jazz mai pubblicati”. In ambito pedagogico ha collaborato a un progetto di teatralità per la prevenzione al disagio con il carcere minorile “Beccaria” di Milano, ha realizzato con diversi artisti spettacoli di teatro musicale e laboratori per bambini. Dal 2011 con Francesca Amat conduce un laboratorio di canti e danze della tradizione ebraica rivolto ai ragazzi delle medie e ai bambini delle scuole primarie . Con Atelier del Vento ha prodotto e produce spettacoli e laboratori con i quali è stato ospite in scuole, biblioteche, asili nido e al Festival della mente di Sarzana e  Festival Tuttestorie di Cagliari .

Sito: www.laviadellachitarrajazz.com/

Delcio Montagnin

Nato a São Paulo del Brasile nel 1945. Molto giovane, inizia a studiare pittura classica col maestro-pittore Pietro Alzaga e scultura classica col maestro-scultore Alfredo Oliani, ambedue formatisi a Firenze. Studia pittura contemporanea alla Chelsea School of Art di Londra.
La sua ricerca artistica ha sempre avuto l’intento di rievocare nell’arte del nostro tempo valori e principi estetici ispirati ai linguaggi classici e alle forme armoniche della natura. Sono state organizzate molte mostre personali in Brasile.
Per oltre quarant’anni ha lavorato nel campo dell’editoria come illustratore e grafico pubblicitario. In Italia, per dieci anni, è stato illustratore presso le principali testate della Rizzoli, realizzando ad esempio numerose copertine del settimanale l’Europeo.
Da sei anni collabora, come scenografo e costruttore di pupazzi, all’allestimento degli spettacoli teatrali dell’Atelier.

Sito: www.delcio.it